Dedicato a chi il giorno delle sue nozze sceglierà un trucco pink-soft, e a chi il rossetto rosso lo porterà con coraggio fino all’altare. Qui la make-up wedding list per una sposa impeccabile.

C’è modo e modo di truccarsi il giorno delle proprie nozze. I make-up artist, di solito, invitano le spose a fare il test dei Fab Four – fondotinta, cipria, mascara e rossetto- almeno una settimana prima, per evitare sorprese una volta indossato l’abito nuziale. Rimane sempre una grande sfida tra tradizione, personalità e tendenze del momento. Di seguito tutte le dritte per essere magnifiche nel “grande giorno”.

SE LA PELLE È ABBRONZATA

Bisogna assolutamente rispettare il suo colorito. L’ideale sarebbe scegliere dei sottotoni caldi dorati o caramello a seconda dell’intensità dell’abbronzatura. In generale tutti i colori chiari e freddi su una donna abbronzata risulteranno tristi ed innaturali.

L’EYELINER? DIPENDE DALL’ETÀ

In generale l’importante è non esagerare troppo con lo spessore  della linea. Se la sposa non è giovanissima meglio comunque abbinare l’eyeliner ad un ombretto opaco che dia profondità alla palpebra mobile. Se invece la sposa è giovane si può scegliere anche una base di ombretto luminosa e satinata. La forma di eyeliner più indicata è quella alla Audrey Hepburn ossia pulita e leggermente ascendente. Con l’eyeliner è necessario utilizzare un mascara volumizzante e concentrare il colore sulle ciglia esterne per donare agli occhi il cosiddetto “sguardo da cerbiatta”.

ROSSETTO ROSSO, NON TI DICO NO

Se la sposa nel quotidiano è abituata a vedersi sempre con le labbra di questo colore si può suggerire una tinta opaca o satinata da picchiettare con i polpastrelli per ottenere un risultato più naturale. Se si utilizza per le labbra un rossetto intenso, sugli occhi, il make-up dovrà essere leggerissimo e sicuramente il blush dovrà essere appena accennato. Se l’incarnato è dorato meglio orientarsi su rossi puri o leggermente aranciati se invece  l’incarnato è chiarissimo oppure olivastro molto meglio scegliere i  rossi più intensi. Una nuance alternativa al rosso è il corallo sia nella versione opaca che lucida.

ATTENZIONE ALL’EFFETTO GHOST

Molto spesso la sposa può apparire impallidita perché si è utilizzata troppa cipria. La cipria è sì un prodotto importante per fissare e opacizzare il trucco ma bisognerebbe evitare di tamponarla con un piumino o dei dischetti in cotone. Il metodo migliore per mantenere la pelle luminosa e trasparente è quello di applicarla con un pennello morbido e in quantità ridottissima.

FONDOTINTA TI SPOSO IO

Il fondotinta dev’essere sempre dello stesso colore della pelle al costo di miscelare tra loro più nuance per trovare quello perfetto. Infine per evitare l’ incarnato da fantasma sarebbe opportuno non usare i fondotinta compatti in crema che a causa della loro texture più coprente creano inevitabilmente una stratificazione del prodotto. Se la pelle presenta gravi inestetismi e necessita di maggior attenzione e copertura il fondo compatto in crema andrebbe sempre applicato con una spugnetta inumidita.

TERRA E BLUSH, SEMPRE IN COPPIA

Nel trucco professionale da sposa normalmente si usa sia la terra che il blush. La prima, nella versione satinata, servirà per scaldare l’incarnato mentre nella versione opaca aiuterà a scolpire e a creare i volumi. Il blush è l’ultimo tocco di colore del trucco da sposa e lo si sceglie sempre in base al proprio colorito. Se la pelle è dorata o abbronzata meglio i sottotoni caldi come il color pesca, corallo, caramello e terracotta. Se la pelle è chiara o addirittura volutamente pallida sono preferibili i sottotoni leggermente rosati e pastello come il rosa peonia, confetto e ortensia.

MASCARA, NON MI MOLLARE…ALL’ALTARE

Esiste un segreto per far resistere il mascara più a lungo, la sfida è nella sua applicazione che deve essere sempre al top. Fermo restando che esistono dei primer ciglia, il mascara andrebbe applicato in 3 fasi. Prima applicare il mascara alla base delle ciglia con movimenti orizzontali e oscillatori, poi continuate con gli stessi movimenti salendo dalla base per tutta la lunghezza e, infine, picchiettare il mascara sulle punte delle ciglia.